Nella continuità del pensiero del pediatra e psicoterapeuta britannico Donald Winnicott, insegno nelle scuole primarie, medie e superiori a Milano, promuovendo momenti di espressione artistica orientati a favorire l'apprendimento di discipline non necessariamente inerenti all'arte.

«Vivendo in modo creativo ci si rende conto del fatto che ogni cosa che facciamo aumenta il senso di essere vivi, di essere noi stessi, insostituibili e unici nell’inarrestabile fluire del tempo». Donald W.Winnicott

«Il fondamento della conoscenza è l’intuizione creativa». Lev S. Vygotskij

giovedì 28 gennaio 2010




STAGE TRA MOSAICO E SCULTURA
Stage di due giorni di 6 ore ciascuno.

“Il gioco non è sublimazione delle pulsioni
ma un’area, un luogo, dell’esperienza umana”
D.W.Winnicott

Realizzeremo una bassorilievo su legno decorato a mosaico.
Un oggetto su cui trasferiremo un’impressione fotografica, realizzata a partire da uno scatto di cui si sceglierà un particolare da adattare al supporto.
È un gioco che Marcel Duchamp definiva “du hasard en conserve” (il caso in scatola), ovvero cercare un espediente per ottenere figure astratte, nate da esperienze creative.

La prima tappa sarà lo scatto fotografico e la scelta del particolare da riprodurre sul supporto di legno invecchiato, eroso dall’acqua e dal tempo, di forma irregolare di circa 25 x 50 cm.
Successivamente intaglieremo il legno per potervi incastonare il mosaico, che realizzeremo il secondo giorno.

Chi avesse a casa dei pezzi di legno che corrispondono alla descrizione fatta, è invitato a portarli.

Ci saranno dei supporti a disposizione di chi non ne possedesse uno oppure decidesse che un altro fosse più adatto al suo disegno; un computer e una stampante per l’immagine, i materiali per il mosaico, per intagliare il legno ed eventualmente, per chi non ne possedesse una, la macchina fotografica digitale.
Il corsista dovrà acquistare una spatola per la colla reperibile nei negozi di belle arti ad un costo inferiore ai 3 euro. Useremo marmi e vetri colorati già tagliati.

Se le condizioni lo permetteranno esporremo i bassorilievi in una mostra, che ripercorrerà il processo creativo dallo scatto fotografico al mosaico.


Nessun commento:

Posta un commento